30.9.14

Insalata di quinoa con olive e pomodori confit


Siamo solo a martedì ma a me servirebbe proprio una giornata di totale relax. Un giorno a caso, in cui chiudersi in casa, senza orologio, senza obblighi. Un giorno di quelli che ti ricaricano le batterie e ti rigenerano. Ho lavorato tutto il weekend ed ho proprio bisogno di riposare.
Settembre è stato un mese ricchissimo di eventi che mi hanno impegnato molto anche al di fuori del consueto orario di lavoro. La stanchezza si accumula e anche la Cucina dello Stivale ne risente perché ultimamente è stata abbastanza trascurata.
Per fortuna che le giornate sono ancora calde e qui in casa non si disdegnano i piatti freddi e le insalate. Come questa di quinoa, un piatto ricco, veloce, sano e leggero.
Un'insalata che si prepara da sola. Ovvio, sempre che abbiate in casa dei pomodorini confit. In alternativa, provate a sostituirli con pomodorini freschi o aggiungete altri ingredienti come tonno e avocado, oppure feta e cetrioli per una versione alla greca.

Ingredienti per 2 persone: 
200 g di quinoa 
olive taggiasche
basilico
olio evo 

Lavate accuratamente la quinoa e lessatela per circa 15 minuti in acqua salata. 
Scolate e servite la quinoa in una ciotola con pomodorini confit, olive taggiasche, qualche fogliolina di basilico tritato e condite con un filo di olio extravergine.

Ci rileggiamo presto con una piccola novità! :-)

23.9.14

Riso pilaf con zucca e mirtilli rossi

La sfida di questo mese dell'MTC mi ha aperto un mondo: quello del riso e delle sue molteplici possibilità di cottura. 
Acquaviva nel suo vero e proprio trattato sul riso ci ha infatti regalato un post dettagliato sulle tre principali tecniche di cottura, donandoci tante informazioni e consigli preziosi.
Io ho optato per la cottura pilaf che non avevo mai provato e che mi è piaciuta moltissimo. Questa cottura consiste nel tostare il riso in un soffritto, bagnarlo di brodo e cuocerlo, coperto e senza mai mescolare, in forno o sul fornello fino a che sarà asciutto. 
Il riso migliore per questo tipo di cottura è il basmati,  con il quale otterrete una consistenza quasi cremosa. Nei paesi arabi o del medioriente, il riso pilaf viene servito principalmente come accompagnamento a ricette di carne o pesce. Io ne ho fatto una versione leggera e dal gusto particolare. 
Il sapore dolce della zucca si sposa perfettamente con i mirtilli rossi e l'amaro del prezzemolo. Ne ho fatto doppia dose e una parte l'ho lasciata per la schiscetta da portare al lavoro. E' buonissimo anche riscaldato!
Ingredienti per 2 persone:
300 g di zucca
400 ml di brodo vegetale
200 g di riso basmati
1 cipolla
una manciata di mirtilli rossi secchi
prezzemolo
olio

Sbucciate la zucca e tagliatela a cubetti di 1 cm. Fate un soffritto di cipolla e unitevi la zucca facendola cuocere per una decina di minuti. Unite anche i mirtilli rossi e spegnete. 
In un pentolino fate un soffritto di cipolla e fatela imbiondire in un cucchiaio d'olio. Unite il riso e il brodo caldo e fate cuocere fino ad assorbimento (circa 10 minuti).
Saltate qualche minuto il riso con la zucca e guarnite con il prezzemolo tritato.


Con questa ricetta partecipo all'MTC di settembre

19.9.14

Parmigiana di melanzane

Arrivo in extremis con questa ricetta, ormai le melanzane non sono più di stagione, ma la parmigiana è un classico che non poteva mancare nella Cucina dello Stivale. In realtà questa è una versione eretica perchè di parmigiano non c'è neanche l'ombra!! Ma coooome?
Dovete sapere che il re della parmigiana è l'ingegnere e non mangiando formaggi, l'ha trasformata a suo gusto. 
Quindi astenersi puristi e avanti i curiosi
A me piace moltissimo anche così, la trovo più leggera (per quanto possa definirsi leggera una parmigiana...) e con uno sprint in più. 
Quindi procuratevi le ultime melanzane, qualche barattolo di pelati, mortadella (!!!), tutto il necessaire per friggere e venite in cucina con me!
Ingredienti per una teglia di parmigiana di melanzane:
1 kg di melanzane 
200 g di mortadella a fette
7 uova
farina
olio di semi

Per il sugo di pomodoro:
800 g di pomodori pelati 
1 cipolla
olio extra vergine d'oliva 
basilico
sale

Lavate e asciugate le melanzane, tagliatele a fette di circa 5 mm per il senso della lunghezza. Disponetele a strati in uno scolapasta capiente e cospargete ogni strato di sale grosso. Lasciate risposare le vostre melanzane per almeno 1 ora, in modo che possano espellere una buona parte del liquido amarognolo che le caratterizza. Trascorso il tempo necessario, toglietele dalla ciotola, sciacquatele accuratamente sotto l'acqua corrente e  asciugatele per bene.
Infarinate ora le melanzane e passatele in una ciotola dove avrete leggermente sbattuto le uova con sale e pepe, fatele sgocciolare dall'eccesso e friggetele in abbondante olio caldo. Man mano che sono dorate fatele asciugare su carta assorbente.
Preparate il sugo di  pomodoro facendo soffriggere una cipolla in una padella, versate poi i pelati tagliuzzati, il basilico, salate e fate cuocere a fiamma vivace per circa 20 minuti fino a quando non si restringe. 

Procedete alla preparazione della parmigiana velando una pirofila rettangolare con il sugo di pomodoro, fate uno strato di melanzane, ricoprite con la mortadella e procedete in questo modo fino alla fine terminando con un abbondante strato di sugo di pomodoro. 
Infornate nel forno caldo a 200° per circa 20 minuti. Sfornate e fatela riposare. 
Servite la parmigiana tiepida o a temperatura ambiente. 
Il giorno dopo è ancora più buona! 

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...