18.4.14

Spuma di fragole



E che sarà mai una spuma di fragole? Forse una mousse, direte voi. Eh no perché la mousse, wikipedia docet, è un composto a base di panna. E qui della panna, neanche l'ombra. 
Ma allora cos'è? 
Una nuvola alle fragole? 
Quasi.
Una ricetta con soli tre ingredienti, un composto dalla consistenza effimera, un dolcetto che più light non si può.
La preparazione è di una semplicità disarmante, se poi usate il Bimby o un robot da cucina, praticamente si prepara da solo.
Per una presentazione carina usate una sac a poche dal beccuccio largo e riempite delle cocottine formando dei ciuffetti di spuma.
Ovviamente nessuno vi vieta di trasformarla in mousse aggiungendoci la panna o di sostituire le fragole con il caffè... Ad ogni modo se ancora non avete deciso il dolce per Pasqua o Pasquetta, questo è quello che fa per voi!
Ingredienti per 6 cocottine:
300 g di fragole
100 g di zucchero
2 albumi

Lavate le fragole ed eliminatene il picciolo, asciugatele per bene e tagliatele a pezzi. Mettete le fragole in un mixer con lo zucchero e frullate tutto.
In un'ampia ciotola montate a neve gli albumi, poi incorporateli alla purea di fragole. Mescolate con un cucchiaio con un movimento dal basso verso l’alto per non smontare il tutto.
Riempite sei ramequin o coppette con la spuma e mettete in frigo per almeno un'ora.
Prima di servire spolverate del cacao amaro e decorate con una fogliolina di menta.

Procedimento Bimby:
Mettete fragole e zucchero nel boccole per 10 secondi vel. 8. Inserite la farfalla e aggiungete gli albumi 4 minuti vel. 5. Distribuite il composto nelle coppette e decorate come sopra. 

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (Fri)Day
I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living
e vi auguro una serena Pasqua!  Io non farò niente di speciale..solo tanto tanto relax!! :-)

16.4.14

Biscotti al limone e olio d'oliva (senza burro e senza lievito)


Un famoso detto recita "di necessità si fa virtù".

Questo è proprio ciò che ho pensato quando trovandomi a casa di mia suocera per qualche giorno, volevo preparare dei biscottini ma in casa c'era solo farina, 1 albume avanzato e dello zucchero. Ho provato a inventare una ricetta andando a modificarne alcune viste in rete, quasi certa che avrei dovuto buttare tutto. Anche perche togli di qua, togli di là, sostituisci l'olio al burro, diminuisci lo zucchero...alla fine rimaneva ben poco! 
L'impasto risulta alquanto umido e appiccicaticcio e senza sac-a-poche ho avuto qualche problemino a formare i biscottini ma alla fine il risultato è stato sorprendente!! In forno li ho visti lievitare (eppure ci ho messo solo un cucchiaino raso di bicarbonato...ah le magie della scienza!!) e ho iniziato a convincermi del fatto che potessero anche essere buoni. E infatti.
Vi dirò che per quanto mi sono piaciuti e, considerato che mi avanzano spesso albumi, penso che li proverò presto anche al caffè o all'arancia.
Appena fatti i biscotti sono abbastanza croccanti, conservateli in una scatola di latta per mantenere la croccantezzza.

Un esperimento dunque riuscitissimo che voglio condividere anche con Patty per il suo contest "E' Senza? E' buono!" Eh sì, cara Patty, questo biscottino è sicuramente senza ma naturalmente buono!! :-)
Ingredienti per circa 25 biscotti:

190 g di farina
80 g di zucchero
50 ml di olio d'oliva
1 albume
1 limone bio
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale


Grattugiate la buccia del limone, poi spremetelo e ricavatene il succo.
Con una frusta sbattete quest'ultimo con lo zucchero. Aggiungete anche la scorza grattugiata, l’olio e mescolate bene. Unite ora l'albume e mescolate.
In un'altra ciotola versate gli ingredienti secchi: farina, bicarbonato e il pizzico di sale.
Unite i due composti e mescolate bene. Vi risulterà un composto molto umido ma aiutandovi con un cucchiaio prelevate un po' di composto e formate delle palline della grandezza di una noce. Schiacciatele leggermente e mettetele su una teglia ricoperta con la carta da forno.
Cuocete a 180° per una decina di minuti, poi sfornate e lasciateli raffreddare prima di coprirli con lo zucchero a velo.

Con questa ricetta partecipo al contest di Patty "E' senza? E' buono!
in collaborazione con Cose dell'altro pane
nella categoria Pasticceria fine e pasticceria da te

14.4.14

Crostata al cacao con ganache al cioccolato e fragole



A.A.A. cercasi persone non a dieta, con uno spiccato amore per il cioccolato, amanti delle fragole e alla ricerca di un dolce fresco e godurioso.

Lo so, questa è la terza crostata che posto nell'arco di una settimana ma come vi dicevo qui, è un dolce talmente versatile che mi sto divertendo molto a provare impasti e ripieni diversi.
Questa si discosta parecchio dalla classica crostata alla marmellata, più che una torta da credenza è una torta da frigo e diciamoci la verità, non è che sia proprio light.
Però. Solo a sentire nominare fragole e cioccolato non vi viene l'acquolina in bocca? A me sì!! È uno di quegli abbinamenti come il cacio con le pere o i fichi con il prosciutto, insomma, la coppia perfetta!
Qui un guscio di frolla al cacao accoglie una colata di cioccolato e panna che raffreddandosi si rapprende un po', conferendo al dolce una consistenza davvero perfetta. 
Insomma, una torta fresca, di stagione e ottima come fine pasto..magari proprio quello pasquale! 
Se ancora non vi ho convinto, vi dico solo che è stata stra-approvata dal marito e dai colleghi, ai quali ho risollevato le sorti di un difficile lunedì... 
E se ancora non siete del tutto convinti...provatela e poi ditemi com'è!! ;-)

Ingredienti:
250 g di farina 00
125 g di burro
125 g di zucchero a velo
50 g di cacao amaro
1 uovo
1 pizzico di sale 

Per il ripieno:
200 ml di panna fresca
200 g di cioccolato fondente al 50%
fragole

Mescolate in una terrina la farina e il cacao. Formate una fontana e al centro mettete il burro a tocchetti. Impastate velocemente con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso. A questo punto aggiungete lo zucchero, l'uovo e il sale. Impastate il minimo indispensabile per ottenere un composto liscio e uniforme. Se il composto non resta unito aggiungete un cucchiaio di acqua fredda. Formate una palla, copritela con la pellicola e riponetela in frigo per almeno mezz'ora. 
Toglietela dal frigo, stendetela ad uno spessore di 1/2 cm e adagiatela su uno stampo da crostata con fondo rimovibile di 28 cm di diametro precedentemente imburrato. Coprite con un pezzo di carta forno il fondo della frolla e riempite di fagioli secchi. Infornate per 20 minuti a 180 °C, poi rimuovete la carta forno con i fagioli e cuocete ancora 5 minuti dopo aver bucherellato il fondo con i rebbi di una forchetta.
Mentre la frolla si cuoce, preparate il ripieno. Tritate grossolanamente il cioccolato, scaldate la panna e quando arriverà quasi a ebollizione, toglietela dal fuoco e unite il cioccolato a scaglie. Mescolate bene per farlo sciogliere completamente. Lasciate raffreddare per 10 minuti, dopodiché versatelo nel guscio di frolla. 
Fate raffreddare 1 oretta in frigo, poi decorate con le fragole e riponete in frigo per altre 5/6 ore prima di servire. 

Con questa ricetta partecipo al contest del blog 

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...