19.9.14

Parmigiana di melanzane

Arrivo in extremis con questa ricetta, ormai le melanzane non sono più di stagione, ma la parmigiana è un classico che non poteva mancare nella Cucina dello Stivale. In realtà questa è una versione eretica perchè di parmigiano non c'è neanche l'ombra!! Ma coooome?
Dovete sapere che il re della parmigiana è l'ingegnere e non mangiando formaggi, l'ha trasformata a suo gusto. 
Quindi astenersi puristi e avanti i curiosi
A me piace moltissimo anche così, la trovo più leggera (per quanto possa definirsi leggera una parmigiana...) e con uno sprint in più. 
Quindi procuratevi le ultime melanzane, qualche barattolo di pelati, mortadella (!!!), tutto il necessaire per friggere e venite in cucina con me!
Ingredienti per una teglia di parmigiana di melanzane:
1 kg di melanzane 
200 g di mortadella a fette
7 uova
farina
olio di semi

Per il sugo di pomodoro:
800 g di pomodori pelati 
1 cipolla
olio extra vergine d'oliva 
basilico
sale

Lavate e asciugate le melanzane, tagliatele a fette di circa 5 mm per il senso della lunghezza. Disponetele a strati in uno scolapasta capiente e cospargete ogni strato di sale grosso. Lasciate risposare le vostre melanzane per almeno 1 ora, in modo che possano espellere una buona parte del liquido amarognolo che le caratterizza. Trascorso il tempo necessario, toglietele dalla ciotola, sciacquatele accuratamente sotto l'acqua corrente e  asciugatele per bene.
Infarinate ora le melanzane e passatele in una ciotola dove avrete leggermente sbattuto le uova con sale e pepe, fatele sgocciolare dall'eccesso e friggetele in abbondante olio caldo. Man mano che sono dorate fatele asciugare su carta assorbente.
Preparate il sugo di  pomodoro facendo soffriggere una cipolla in una padella, versate poi i pelati tagliuzzati, il basilico, salate e fate cuocere a fiamma vivace per circa 20 minuti fino a quando non si restringe. 

Procedete alla preparazione della parmigiana velando una pirofila rettangolare con il sugo di pomodoro, fate uno strato di melanzane, ricoprite con la mortadella e procedete in questo modo fino alla fine terminando con un abbondante strato di sugo di pomodoro. 
Infornate nel forno caldo a 200° per circa 20 minuti. Sfornate e fatela riposare. 
Servite la parmigiana tiepida o a temperatura ambiente. 
Il giorno dopo è ancora più buona! 

16.9.14

Homemade Ketchup

C'è una certa soddisfazione nel preparare in casa dei cibi che solitamente si acquistano già pronti al supermercato. D'altronde fattoincasaèpiùbuono. E' più buono perchè l'avete fatto con le vostre manine, perchè non contiene conservanti e perchè decidete voi la qualità dei prodotti e la loro provenienza. 
Questo è stato uno dei primi tentativi di riprodurre un prodotto industriale, il famosissimo ketchup. 
Se vi siete mai soffermati a leggerne l'etichetta, avrete notato che contiene un sacco di zuccheri raffinati e altri ingredienti non proprio sani.
Con questa ricetta trovata da Martina che a sua volta l'ha ripresa da qui, non dovrete preoccuparvi di far mangiare il ketchup ai vostri bimbi perchè non contiene conservanti e il sapore si avvicina davvero tantissimo a quello comprato. 
La preparazione è molto semplice, il tempo di preparare due hamburger, le patatine, farlo raffreddare un po' e il vostro ketchup è pronto!!!
Ingredienti per  circa 250 ml di ketchup:
150 g di concentrato di pomodoro
150 g di miele di acacia
120 g di aceto di mele
60 ml di acqua
20 g di zucchero
6 g di sale
1/2 cucchiaino abbondante di polvere di cipolla essiccata
1/4 di cucchiaino di polvere di aglio essiccato

Unite tutti gli ingredienti in una piccola casseruola e portate a bollore su fuoco moderato. Una volta che la salsa ha raggiunto il bollore, abbassate la fiamma e fate sobbollire per 20 minuti mescolando di tanto in tanto.
Spegnete il fuoco, coprite con un coperchio fino a che sarà completamente fredda.
Conservate in un contenitore ermetico in frigorifero per due settimane al massimo.

12.9.14

Pancakes alla ricotta

Arrivare al weekend questa settimana è stata un'ardua impresa. Per questo mi auguro che passi molto lentamente, perché ho davvero bisogno di svagare la mente e alleggerirmi di tanta negatività che mi ha girato intorno in questi giorni.
Forse dovrei iniziare ad essere meno impulsiva e più riflessiva.
Forse dovrei iscrivermi in palestra per sfogare la rabbia.
Forse dovrei ascoltare di più me stessa e un po' meno gli altri.
Dovrei smetterla di crearmi delle ansie per delle cose di poco valore.
Dovrei volgere il negativo in positivo anche se alle volte, quella parte positiva sembra proprio non esistere.

Domani farò un giro al BlogFest a Rimini e domenica sarà un giorno speciale, un giorno di festa in cui voglio pensare solo a stare bene....

Quindi tra questi buoni propositi non potrà certo mancare un dolce risveglio con una colazione lenta, di quelle che piacciono a me. 
Sapete che amo i pancakes e ultimamente li preparo tutti i weekend. Questa volta alla versione classica ho aggiunto della ricotta nell'impasto che li ha resi umidi ma al contempo sofficissimi. La ricetta è di Nigella, ho solo aggiunto dello zucchero (stranomavero, una ricetta di Nigella senza zucchero!) e per i miei gusti erano perfetti così. Che dite, li provate?

Ingredienti per circa 6/7 pancakes:
250 g di ricotta
125 ml di latte
100 g di farina
50 g di zucchero
2 uova
1 cucchiaino di lievito
1 pizzico di sale
sciroppo d'acero

Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve. Lavorate la ricotta con i tuorli e il latte, aggiungete la farina setacciata con il lievito, lo zucchero e mescolate velocemente. Unite gli albumi all'impasto mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Scaldate una padella antiaderente (unta leggermente di burro o olio) e versate una cucchiaiata di impasto. Quando si formeranno le bolle, girate il pancake e cuocete per qualche altro minuto. La cottura è leggermente più lunga rispetto ai pancake classici e vi consiglio di tenere la fiamma molto bassa altrimenti cuociono troppo in fretta fuori rimanendo invece crudi all'interno.
Servite i pancakes con miele o sciroppo d'acero e frutta fresca (o quello che piace a voi).

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...