30.7.14

Mini pavlove ai frutti di bosco

Oggi vi presento una ricetta che arriva da molto lontano. La pavlova è infatti un dolce di origine australiana ormai molto diffuso anche da noi. 

Costituita da una base di meringa con un ripieno di panna e frutta, il suo nome deriva dall'omonima ballerina russa Anna Pavlova a cui un pasticcere australiano ha dedicato il dolce. La ballerina si trovava in tour in Australia: ammirandola e rimanendone estasiato, il pasticcere volle creare un dolce leggero come i suoi passi e candido come i vestiti di scena.

Io penso ci sia riuscito appieno. In versione mignon  trovo che siano di un'eleganza estrema. 
Un dolce fatto di meringa, bianco, elegante, leggero come una nuvola...che si scioglie in bocca. 



Mi sono anche ricreduta sul sapore, in fondo a me le meringhe non sono mai piaciute, ma fatte così, riempite con tanta panna fresca e frutti di bosco....è stato un food-orgasm!! 



Ingredienti per circa 8 mini pavlove da 5 cm:
100 g di albumi
100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero a velo
2 gocce di limone
150 g di panna montata
frutti di bosco

In una planetaria montate gli albumi insieme a due gocce di limone (aiuteranno a montare meglio). Quando cominciano a schiumare, aggiungete gradualmente lo zucchero semolato. 
Ad albumi montati, aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo e continuate a montare finchè non ottenere un composto lucido e compatto. 
Mettete gli albumi in una sac à poche e con un disegno a spirale, partendo dal centro, realizzate la base della vostra pavlova. Formate dei nidi, quindi cercate di costruire anche il bordo della meringa che dovrà risultare scavata al centro. 



Infornate a 100° in forno ventilato per 1 ora, poi aprite leggermente lo sportello del forno e cuocete altri 30/40 minuti.
Fate raffreddare bene le meringhe prima di farcirle con panna montata e frutti di bosco. Spolverate con dello zucchero a velo e servite fresche. 

Note:
- Per le dosi, basatevi sul peso dei vostri albumi modificando la ricetta e le dimensioni in base al vostro quantitativo: dovrete calcolare lo stesso peso di albumi e zucchero.

- Gli albumi devono essere a temperatura ambiente e ben separati dal tuorlo; la ciotola è preferibile in acciaio come la frusta.

- Se utilizzate zucchero certificato GF, otterrete un dolcetto completamente gluten free.


Chi ne vuole una?

25.7.14

Barchette di melanzane ripiene di pasta

Ci sono 3 cose che mi piace fare in questo luglio:

1. Vivere la settimana nell'attesa del weekend per godermi a pieno le giornate di sole in collina o in riva al mare
2. Svegliarmi di notte quando c'e' il temporale, accorgermi che sono solo le due e che ho davanti altre cinque ore di sonno
3. Andare al mercato, il sabato mattina, e comprare tanta frutta e verdura di stagione.

Ecco che in uno dei miei giri al mercato ho trovato queste grosse melanzane, dure e lucide, in una parola freschissime. Ho fatto il carico pensando di preparare la scorta per l'inverno di melanzane sott'olio ma poi arrivata a casa ho trovato una rivista sul tavolo con in copertina queste barchette ripiene di pasta. Visto, fatto!
L'unica nota negativa è la sofferenza di dover accendere il forno ma in questa strana estate, ci sono dei giorni in cui è quasi un piacere!

La preparazione è semplicissima e l'effetto finale sarà un piacere per gli occhi oltre che per il palato! Venite in cucina con me..
Ingredienti per 2 persone:

160 g di mezze maniche (io calamarata)
1 grossa melanzana
1 cipollotto
1 uovo
sugo di pomodoro
paprika dolce
pangrattato
sale e pepe
olio evo
basilico

Per prima cosa rassodate un uovo facendolo cuocere 8 minuti da quando bolle l'acqua. 
Lavate la melanzana e tagliatela a metà per il lungo. Incidete la polpa con dei tagli trasversali e condite con sale, pepe e un filo d'olio. Fate cuocere per 15 minuti a 200 gradi in modo che la polpa diventi morbida poi scavatela facendo attenzione a non bucare la melanzana. Mettete la polpa da parte.
Nel frattempo lessate la pasta tenendola al dente, poi condite con un sugo di pomodoro.
Tritate un cipollotto e fatelo soffriggere con un cucchiaio d'olio, unite poi la polpa di melanzana, cospargete con della paprika dolce e fate cuocere per qualche minuto.
Ora componete le barchette: disponete i due "gusci" di melanzana in una pirofila e riempiteli con la pasta e l'uovo spezzettato. Cospargete con del pangrattato e infornate con funzione grill per 5 minuti. 
Decorate con due foglioline di basilico e servite. 

Note:
- la ricetta originale prevedeva anche l'aggiunta di mozzarella di bufala. Il che avrebbe reso queste barchette ancora più sublimi ma sapete che nella Cucina dello Stivale i formaggi non sono ben visti...
- potete sostituire il sugo di pomodoro con del ragù o aggiungere dei pezzetti di salame piccante
- se invece togliete l'uovo otterrete un'ottima versione vegana del piatto!
Allora buon appetito e buon weekend!

22.7.14

Pancakes con sciroppo d'acero e frutti di bosco

Se anche voi, almeno una volta nella vita, avete assaggiato i pancakes, converrete con me sul fatto che sono una vera goduria mattutina. Sono un piacere che mi concedo spessissimo il fine settimana durante quelle colazioni lente, in rilassatezza e con la musica in sottofondo. 
Immancabile l'abbinamento con lo sciroppo d'acero, magari tiepido, e con tanta frutta fresca: tra la mia preferita mirtilli e lamponi. 
Negli Stati Uniti insieme ai french toast erano la colazione di tutti i giorni, qui purtroppo (o meglio dire per fortuna) sono più rari.... :-) Avevamo anche portato una bottiglietta di sciroppo d'acero dagli States ma a causa della pressione a 12.000 mt è esplosa nella valigia impregnando per bene tutti i vestiti...non vi dico la gioia quando abbiamo scoperto il disastro!! 

Questa ricetta è il risultato di tanti esperimenti e trovo che così i pancakes abbiano una consistenza davvero perfetta: morbidi e spugnosi per assorbire lo sciroppo al punto giusto. Ho sostituito il burro presente in molte ricette con 
l'olio di semi ma sono certa che anche con l'aggiunta di una noce di burro siano divini. 
Che dite, vi ho fatto venire voglia di provarli? A me è venuta voglia di accendere lo stereo e andare in cucina a prepararli.......Buona giornata gente!

Ingredienti per 6 pancakes:
175 ml di latte intero
115 g di farina 00
40 g di zucchero
1/2 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 uovo
un pizzico di sale
olio di semi

sciroppo d'acero - frutti di bosco

Mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato e il sale (ingredienti secchi). In un'altra ciotola mescolate con una frusta a mano le uova con il latte (ingredienti umidi).  
Unite gli ingredienti secchi a quelli umidi e mescolate energicamente fino ad ottenere un composto liscio con la consistenza di una pastella piuttosto dura e densa.
Lasciate riposare per almeno una mezzoretta a temperatura ambiente. Potete anche preparare la pastella la sera prima e lasciarla in frigo tutta la notte. La mattina vi bastera riportarla a temperatura ambiente per una mezzora.
Trascorso questo tempo, scaldate una padella antiaderente e ungetela con dell'olio di semi. Versate al centro della padella un mestolo della pastella e lasciate cuocere a fuoco medio-alto circa 2 minuti per lato. Noterete che il pancake va girato quando inizieranno a formarsi delle bolle sulla superficie. Continuate finche' avrete terminato la pastella. 
A parte scaldate lo sciroppo d'acero per pochi minuti in un pentolino e versatene una dose generosa sul pancake. Decorate con la frutta desiderata e servite.

Con questo post partecipo al giveaway di Mamma Papera Il mio cuore tra le righe di un libro

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...